Quando si pensa alla stagione invernale e al freddo viene spesso alla mente l’immagine della famiglia riunita intorno al camino. Il camino costituisce infatti il principale e il più classico metodo di riscaldamento per le abitazioni, utilizzato non solo dai nostri nonni ma anche in tempi antichi.

 

Prima di procedere all’installazione di un camino all’interno della propria abitazione è necessario valutare diversi aspetti. Innanzitutto la sua collocazione e la forma.  Tutto questo deve essere rapportato agli spazi disponibili e al reale utilizzo che del camino deve essere fatto. È necessario infatti in tale fase, capire se si vuole un manufatto che lavori a pieno regime e quindi riscaldi gran parte della casa. A tal fine allora si dovrà scegliere un luogo strategico, oppure valutare se si preferisce una struttura da utilizzare poco e che riscaldi piccoli ambienti. Il combustibile più utilizzato è senza dubbio la legna.

Una volta verificati tali elementi, un altro grande fattore da non sottovalutare sarà senza dubbio la progettazione e l’installazione. Meglio evitare l’installazione in prossimità di aperture come porte e finestre che potrebbero generare le fastidiose fuoriuscite di fumo o polvere.

Tra gli elementi fondamentali per la realizzazione di un camino, ci sono il focolare, i piedritti e l’architrave, la cappa e la griglia che costituisce poi la base dove poggia il combustibile che una volta ridotto in cenere di solito confluisce in una cassetta apposita.

Grande attenzione in fase di progettazione deve essere prestata alla realizzazione della canna fumaria che ha la funzione di convogliare all’esterno i fumi. Può essere realizzata in acciaio o muratura avvalendosi in tal caso di materiali che risultino refrattari e resistenti alle alte temperature.

Sarà poi necessario dedicare diverso tempo alla manutenzione dello stesso. È importante infatti procedere con regolarità alla pulizia della canna fumaria, al fine non solo di garantire sicurezza, ma anche per prevenire possibili incendi. Piccoli accorgimenti che garantiranno soprattutto l’incolumità di chi vive in quegli ambienti.

In commercio esistono anche dei modelli prefabbricati. Sul mercato ne sono presenti numerosi modelli, tutti realizzati a livello industriale. Il vantaggio è senza dubbio la facilità con cui si installano e le ridotte opere di contorno che richiedono. Alcuni già completi si trovano già pronti per la vendita, altri invece risultano semi-finiti e altri ancora sono venduti grezzi.

Per gli ambienti più moderni e meno capienti ci sono delle soluzioni molto innovative ed eleganti. Si tratta dei camini sospesi, l’ideale per gli ambienti che necessitano di una fonte di riscaldamento, ma al tempo stesso non gravano sulla casa con fumo e polvere e inoltre si fondono in maniera perfetta con l’ambiente domestico diventando addirittura un elemento d’arredo.

Photo Credit: © camino a mattoni–  filottraniantonio.it

Post By Angela (114 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: