Ormai la stagione invernale è alle porte, e tra non molto ci troveremo ad affrontare dei lunghi mesi caratterizzati da temperature rigide accompagnate spesso da pioggia e neve. Per questo, risulta importante godere di un ambiente confortevole, adatto a trovare un po’ di riparo dalle intemperie esterne. Oggi sul mercato ci sono delle ottime soluzioni, dal classico camino al riscaldamento con i termosifoni. Tra le novità, negli ultimi anni si sta affermando sempre più il riscaldamento a battiscopa.

Il riscaldamento a battiscopa è un’ottima soluzione per le abitazioni, sia dal punto di vista economico, ma anche estetico. Si fonde in modo perfetto all’interno della casa come se fosse parte dell’arredo. Di solito viene installato all’esterno delle pareti, ma potrebbe essere anche inglobato nel muro ad esempio negli edifici di nuova costruzione. Semplice da installare, non necessità di particolari accorgimenti anche dal punto di vista della manutenzione.

Il sistema di riscaldamento a battiscopa è quindi una valida alternativa ai normali sistemi radianti, e assicura un miglior apporto di calore e al tempo stesso garantisce un maggior risparmio energetico.

Il calore in questo caso parte dal basso, la parete assorbe il caldo e poi lo trasmette nell’ambiente. In questo modo oltre ad avere una casa con una temperatura uniforme, si evita anche la formazione di umidità e muffe lungo le pareti.

Si tratta di un sistema di riscaldamento molto sensibile anche alla salute. Come detto non è l’aria a essere riscaldata in maniera diretta, per questo non vengono messi in circolo polveri e batteri. Anzi questo sistema di riscaldamento è molto adatto al corpo umano che beneficia del caldo in modo uniforme e trova benessere. La soluzione migliore ad esempio per chi soffre di allergie.

Ma come funziona?

Il riscaldamento a battiscopa è disponibile ad acqua o nella versione elettrica.

Nel caso dell’acqua, questa scorre all’interno dei tubi di rame sistemati proprio nel battiscopa. Un sistema questo che può essere combinato magari con una caldaia già presente in casa o con un termocamino. Se nell’abitazione è stato poi installato un pannello solare, il sistema di riscaldamento a battiscopa si integra in maniera perfetta: è un ottimo modo per abbattere ei costi per riscaldare casa.

Oltre alla versione ad acqua esiste come detto anche quella elettrica. In questo caso è una resistenza elettrica che assicura il diffondersi del calore negli ambienti. Questo tipo di soluzione è ottima da utilizzare in combinato con i pannelli fotovoltaici, soprattutto in quelle case che necessitano di aria calda solo in determinate ore della giornata.

Photo Credit: © riscaldamento a battiscopa – cimoimpianti.com

Post By Angela (114 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: