Nel panorama dei materiali naturali che possono essere impiegati per assicurare l’isolamento acustico e termico delle nostre case entra di diritto il sughero. Un elemento che può arricchire le nostre abitazioni e aiutarci a mantenere un clima costante tutto l’anno, e quindi garantire il fresco d’estate e il caldo d’inverno. Il sughero contribuisce allo stesso tempo anche all’insonorizzazione degli spazi, interni, insomma in questo caso la natura ci viene proprio incontro!

Il sughero non è altro che il rivestimento di una tipologia di quercia molto diffusa nell’area mediterranea, soprattutto in Sicilia e Sardegna, il cui nome scientifico è quercus suber. Un vero e proprio tessuto vegetale che avvolge gran parte del fusto di questo tipo di quercia. Se si osserva da vicino il sughero, si potranno notare tante piccole cellule sovrapposte tra loro.

La raccolta del sughero è sottoposta a rigide regole, atte a garantire l’integrità della pianta, e deve quindi avvenire con particolare accortezza. Di questo materiale si fa un grande uso, poiché è piuttosto versatile. Lo si utilizza ad esempio a livello alimentare per la realizzazione di tappi, utili al confezionamento di pregiati vini.

Tuttavia anche l’edilizia ne ha scoperto le potenzialità, affidando al sughero l’arduo compito di garantire l’isolamento termico e acustico degli edifici. Tra i altri vantaggi legati al sughero c’è senza dubbio la sua caratteristica di essere un elemento sostenibile e addirittura riciclabile. La raccolta e il suo impiego non hanno ripercussioni sull’ambiente, e quindi il sughero può essere riadoperato anche per successivi usi. Se quindi vi apprestare a costruire o ristrutturare casa, il sughero è un materiale da tenere in considerazione.

Oggi in commercio si trovano dei pannelli di sughero, assemblati e lavorati proprio per essere impiegati nell’edilizia. Una volta eliminata la corteccia dal fusto delle singole piante, questa è sottoposta a un processo di lavorazione. In una prima fase si procede a sbriciolare il materiale che poi viene assemblato in pannelli e sottoposto a cottura e uno specifico trattamento volto ad eliminare eventuali residui di vario genere.

Per quanto riguarda la posa, questa può avvenire a secco oppure si può ricorrere a colle specifiche. Il materiale può essere quindi impiegato in tutto tranquillità, aderisce quindi in maniera perfetta anche senza l’ausilio di adesivi. Può essere impiegato all’interno, ma anche all’esterno degli edifici.

Altri vantaggi legati all’utilizzo del sughero sono legati alle sue caratteristiche intrinseche. Si tratta infatti anche di un materiale ignifugo, e inoltre non può essere rovinato dall’attacco esterno di roditori o insetti, mantenendo nel tempo tutta la sua integrità.

Photo Credit © quercia da sughero – conipiediperterra.com

Post By Angela (117 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: