Non molto tempo fa vi abbiamo parlato di GiraDora, la lavatrice a pedali ecologica. Una soluzione davvero innovativa e utile, soprattutto in quelle parti del mondo ove per mancanza di risorse materiali ed economiche, non si può usufruire della tecnologia moderna. Come spesso accade però, dai progetti a costo quasi zero e con un basso impatto ambientale, nascono delle vere e proprie innovazioni, capaci anche di semplificare alcuni gesti quotidiani anche molto lontano dalla nostra realtà.

Dopo GiraDora è infatti arrivato un progetto analogo, ma con qualche aspetto innovativo e curioso. Innanzitutto il nome: Up-Stream. Come la precedente, questa nuova lavatrice a risparmio energetico può essere azionata con la forza umana, ricorrendo infatti a dei pedali costruiti con una corda, che ne azionano il movimento e permettono il lavaggio dei capi.

Up-Stream nasce da materiali di recupero, per i quali non si arriva a spendere più di tre euro. L’idea di creare una lavatrice rispettosa dell’ambiente e utile anche in quelle zone del mondo non servite da grandi quantità d’acqua e soprattutto da collegamenti elettrici, è venuta a due studenti di disegno industriale della Philadelphia University, Aaron Stathum ed Eliot Coven.

I materiali che compongono Up-Stream sono semplici e possono essere recuperati con estrema facilità. Occorre quindi un secchio, dei tubi e cavi di plastica e la copertura in neoprene e della corda. Riposti i capi all’interno e inserita poi anche dell’acqua e del sapone, si potrà azionare l’apparecchiatura con il movimento dei propri piedi, che saranno collegati alla lavatrice portatile da una corda. Il cestello interno girerà in base alla velocità con cui si azioneranno i piedi, e muovendoli con velocità sostenuta si potrà ottenere anche la centrifuga. Niente di più simile quindi alle tradizionali lavatrici che funzionano mediante corrente elettrica. La copertura di Up-stream può essere utilizzata anche in fase preliminare per dare una veloce lavata ai capi, prima di sistemarli all’interno del cestello per procedere al lavaggio vero e proprio.

Con Up-Stream si potranno lavare cinque capi alla volta, e per il lavaggio si potrà fare ricorso a sapone in polvere o in piccoli pezzi. Ogni carico impiega in media venti minuti per completare tutto il ciclo.

Come GiraDora, anche Up-Stream se fosse brevettata  e diffusa nelle zone più disagiate del mondo potrebbe riuscire a migliorare la vita di migliaia di persone. Un ottimo modo per risparmiare risorse economiche, e che può essere utilizzato nel pieno rispetto dell’ambiente. Rispetto a GiraDora che poteva costare 40 dollari, con Up-Stream c’è un risparmio notevole.

Photo Credit © Up-Stream – ecochunk.com

Post By Angela (117 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: