Gli impianti di climatizzazione a pannelli radianti sono indicati per chi è alla ricerca di un comfort abitativo ottimale senza dover sostenere spese eccessive. Si tratta del sistema migliore per ottenere il benessere termico di cui si ha bisogno in qualsiasi ambiente civile o industriale, sia che si tratti di edifici appena costruiti, sia che si tratti di edifici sottoposti a recupero. Gli impianti di questo tipo sono quelli che, più di ogni altro, hanno la capacità di garantire il benessere termico dei locali, e cioè di mantenere zone leggermente più fredde a soffitto e leggermente più calde a pavimento. Ciò è possibile in virtù della posizione dei pannelli radianti a pavimento, che fanno in modo che il calore si diffonda dal basso verso l’alto; il calore viene ceduto principalmente per irraggiamento, così che non si creano delle correnti convettive di aria fredda a pavimento e di aria calda a soffitto.

Per usufruire dei vantaggi di un impianto di climatizzazione a pannelli radianti si può sfruttare il servizio di progettazione e di installazione fornito da CondizionatoriRoma.net, che è specializzato in condizionatori a Roma occupandosi non solo della loro realizzazione, ma anche della loro manutenzione e della loro riparazione, grazie a un team di tecnici che vantano una lunga esperienza nel settore.

Come sono fatti gli impianti di climatizzazione a pannelli radianti

Gli impianti a pannelli radianti a pavimento a cui si è accennato poco sopra, tuttavia, rappresentano solo una delle varianti a cui si può fare riferimento: le altre sono quelle a soffitto e a parete. In tutti e tre i casi, comunque, si può beneficiare di un consistente risparmio energetico che deriva dall’impiego di vettori termici a bassa temperatura; i generatori di calore a condensazione e le pompe di calore si rivelano, così, impianti in grado di consentire una integrazione ottimale dei sistemi.

Se la soluzione a pavimento è quella più classica, i sistemi radianti a soffitto o a parete si stanno diffondendo sempre di più negli ultimi tempi, anche per la loro capacità di raffrescare e di riscaldare. I pannelli radianti a soffitto vengono privilegiati, in modo particolare, nei casi in cui si ha la necessità di climatizzare ambienti di dimensioni consistenti, come per esempio i magazzini, i depositi o gli edifici industriali. Si tratta, in effetti, di contesti che non di rado prevedono la presenza di macchinari o di strumenti ingombranti, che – di conseguenza – renderebbero difficile intervenire sulla pavimentazione. Non ci sono di questi problemi, invece, con i soffitti, che in linea di massima non presuppongono vincoli architettonici di alcun genere.

I pannelli radianti, in tali circostanze, possono essere installati sia sotto al controsoffitto che direttamente sotto al soffitto, anche se è soprattutto nella prima eventualità che si può beneficiare di capacità fonoassorbenti pià che discrete. La climatizzazione estiva garantisce quello che viene definito soffitto freddo, con temperature che possono scendere fino ai 15 gradi e che, in ogni caso, non superano mai i 20.

Post By Angela (117 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: